Udito

Scopri come funziona il nostro sistema uditivo:
cause dell’ipoacusia, sintomi e conseguenze

Il sistema uditivo

Il sistema uditivo umano è molto complesso e delicato. Cominciamo con il dire che l’udito è uno dei 5 sensi, uno dei più importanti, nonché l’unico che rimane attivo anche quando dormiamo. L’udito è fondamentale sia per la qualità della vita che per la sicurezza. Quando l’udito peggiora, diventa naturale avere difficoltà in certi contesti sociali. Ad esempio quelli rumorosi, come una riunione lavorativa, un ristorante o una strada affollata. Chi ha problemi uditivi, non potendo vivere appieno queste situazioni, tende a evitarle e alla lunga si ritrova a rimanere a lungo in casa. Riguardo invece alla sicurezza, basti pensare a quanto è importante sentire il clacson di un’altra macchina, il suono della sirena di un’ambulanza oppure un grido di aiuto.

Le cause dell’ipoacusia, o calo dell’udito, possono essere tante. La principale è il naturale trascorrere degli anni. Invecchiando, l’udito peggiora. In questo caso si parla di “Presbiacusia”. Esistono però anche altre cause, come:

  • Lesioni o eventi traumatici
  • Effetti collaterali dovuti all’uso di alcuni particolari farmaci
  • Esposizione (costante o improvvisa) a rumori molto forti

Le conseguenze di un calo dell’udito non trattato per tempo possono essere molto serie. Nel breve periodo la prima conseguenza è il peggioramento della qualità della vita. Non avere un udito al Top è penalizzante soprattutto in ambienti molto rumorosi, come ad esempio un mercato o una piazza affollata, un convegno di lavoro o un ristorante. Se non si riescono a comprendere appieno i suoni e le parole in questi contesti sociali, la reazione immediata è quella di evitarli. Il risultato è il progressivo isolamento sociale, che porta con sé tristezza e depressione.

Nel medio-lungo periodo, però, le conseguenze dell’ipoacusia non trattata possono essere anche molto peggiori. Infatti è ormai dimostrato che rimandare il trattamento accelera i processi di declino cognitivo. Questo perché sentire i suoni è un processo meccanico, che avviene attraverso le orecchie, ma comprenderne il significato è un processo cognitivo, che avviene grazie al cervello. E quando il cervello non riesce a svolgere le sue funzioni, in prima battuta si affatica invano. In seconda battuta si arrende, smette di provarci. Questo comporta la sua progressiva atrofizzazione, proprio come se fosse un muscolo inutilizzato. A quel punto inizierà un progressivo declino cognitivo, che coinvolgerà la persona a 360 gradi, ben oltre la funzione uditiva.

A volte riconoscere un calo dell’udito non è semplice, soprattutto da soli. Spesso se ne accorgono prima i nostri familiari o amici. Ecco un piccolo elenco di sintomi a cui è importante prestare attenzione:

  • Ti capita di pensare che le altre persone abbiano iniziato a parlare più piano?
  • Ti capita di chiedere loro di ripetere ciò che hanno detto?
  • Per seguire i discorsi ti aiuti con il labiale?
  • Hai difficoltà a seguire le conversazioni nei luoghi affollati?
  • I tuoi familiari ti fanno notare che tieni alto il volume del televisore?
  • Hai difficoltà a sentire il suono del cellulare o del citofono?
  • Alla sera sei stanco e irritabile?

Se hai risposto sì a una o più di queste domande, è arrivato il momento di fare un controllo dell’udito.  Niente paura, il Test è rapido, indolore e gratuito.

Prenota un controllo gratuito dell’udito

Per prenotare il tuo controllo puoi chiamarci, venirci a trovare o compilare il modulo di contatto.
I nostri audioprotesisti ti richiameranno quanto prima per fissare un appuntamento!

Contattaci